Gira e danza il Mondo

Gira e danza il Mondo

Spettacolo di danze internazionali

"Gira e Danza il Mondo" è un coloratissimo viaggio ricco di suoni, passi e costumi diversi che abbraccia storie e tradizioni di vari Paesi. Un abbraccio culturale ed emozionale a tutte le genti.

Al termine dello spettacolo è possibile coinvolgere il pubblico con semplici danze popolari. Siamo spesso ospiti di iniziative culturali in varie piazze e teatri e, di solito, invitiamo le persone a danzare con noi, creando un clima speciale, magico e divertente. Coinvolgere le persone è l'attività principale della nostra associazione

ITALIA

In questo viaggio non poteva mancare il folklore italiano e nel dettaglio, una suite dal sapore tutto meridionale. Dall’antica Napoli la tarantella Bim Bom Bà che, con ritmo allegro e scanzonato, narra una storia dal tragico finale. Poi un omaggio alla Basilicata. La Matalena è un canto dei pastori lucani che celebra l’arte del costruire strumenti musicali rudimentali come il fischietto di canna, il cupa cupa e il tamburello. Verrà presentata inoltre la tarantella di Pisticci, dove l’estro di coppia si intreccia con le figurazioni di gruppo. Alla fine del ballo un grido interrompe la musica: una ragazza è stata morsa dalla tarantola! Bisogna chiamare il tarantola che la faccia danzare al ritmo del tamburello, fino a quando lo sforzo fisico annulli gli effetti del veleno. Ora che la ragazza è guarita, tutti i ballerini si scatenano nell’elettrizzante Pizzica Pizzica

ROMANIA & MOLDAVIA

Un tuffo nei Balcani, con una suite che inizia con una danza femminile "Preumblata de femei” (la passeggiata delle donne), per passare al ballo della capra “Jocul Caprei”, un allegro scherzo tipico del periodo invernale. In questa suite potrete vedere altre allegre danze femminili del sud della Transilvania e una tipica danza di coppia Si concluderà con “Dans cu sucitoare”, una danza con i bastoni che tradizionalmente venivano usati per impastare la sfoglia.

ARMENIA & GEORGIA

Una suite dall’Asia centrale. Si apre con “Taron suite” nella quale sono mescolaste danze, musiche e canti dei villaggi della regione “Taron” nell’Armenia storica, per passare poi all’energia dei tamburi georgiani, “Dholebi”, un susseguirsi di ritmi, sfide, giochi e dimostrazioni di abilità del popolo di Adjaria, sul mar Nero. Vedremo inoltre “Yarkoshda” (letteralmente “mani vuote”) era anticamente una danza armena di lotta, oggi invece è una dimostrazione di amicizia.

SPAGNA

La suite si apre con il “Baile Farruca” un pezzo della tradizione del flamenco generalmente ballato da uomini, o da donne in abiti maschili. Si proseguirà con il canto “Pandeirada” e con la “Sevillanas” una vivace danza popolare andalusa accompagnata dal battito delle mani (palmas) Un assolo allegro e coinvolgente “Tirana de Zarandillo” e la suite termina nel nord della Spagna, in Navarra, con una danza originariamente ballata in occasione del carnevale e diventata oggi un classico delle danze popolari, il “Carnaval de Lantz”.

TIBET

Un brano lirico femminile su un canto che augura prosperità e benessere. Le lunghe maniche delle loro camice servivano per proteggersi dal freddo del gelido inverno.

INDIA

La Bollywood dance consiste in una mescolanza fra varie danze indiane, classiche e folk, con quelle moderne occidentali. Ispirata alla prolifica cinematografia moderna indiana e corpo principale dei film musicali che imperversano da circa una decina di anni in tutte le sale dell’India e piano piano anche nelle nostre sale…, racconta bellissime storie d’amore, di vita, di amicizia e catturano lo spettatore in una vera e propria energia contagiosa.

SENEGAL

Un viaggio nella cultura senegalese con un ballo tradizionale: la danza “Sabar” (che prende il nome dall’omonimo tamburo senegalese) La cultura africana è molto legata ai cicli della natura (la pioggia, la fertilità, la morte, la venerazione degli dei...) e li racconta anche attraverso la danza.

Gallerie fotografiche